Mostre di fotografia a Pietra Ligure

Mostre di fotografia a Pietra Ligure. Dopo il successo del 2019, riprende a vivere lo spazio espositivo del Residence Orchidea a Pietra Ligure, “Arte in residence” dove bellezza, armonia, sensibilità si uniscono a creare collettive e personali di fotografia, ceramica, pittura. L’unicità del singolo racconta l’infinito. La prima mostra per questo 2020 è una collettiva di fotografia: “Volti di Liguria” a rendere omaggio a Silvano Beardo, perché Savona da sempre si è dedicata alla fotografia e ricordare chi l’ha vissuta dal di dentro è sempre una cosa bella e importante. Vogliamo tutti ri-partire dalla bellezza di Liguria. L’Associazione Aiolfi di Savona e noi tutti, rilancianciamo il turismo “lento” in questa meravigliosa Regione che non tutti ben conoscono. Qui si possono cogliere le stelle alpine guardando il mare, e viceversa, c’è il profumo del basilico e delle ginestre, il battito del cuore dei nostri borghi antichi e il sole che scalda la battigia delle spiagge. Luoghi e memorie di Liguria e la fotografia, meglio le fotografie, sono come “finestre sul cortile” che guardano le architetture naturali (le nostre coste, le alpi marittime, i colli dell’entroterra con le sue vallate strette e silenti) che sono intorno a noi e che fanno da sfondo, come la musica, alle nostre vite. Sono presenti otto artisti della fotografia (Cinzia Bassani, Paola Bernini, Franco Chiara, Piero Dadone, Biagio Giordano, Vittorio Patrone, Angela Ruffino, Chiara Vallarino) che con la loro sensibilità ci regalano spunti di riflessione, nonché il fascino antico di questa Terra, dei suoi Uomini e delle sue Donne: ritratti, a volte, minimali e anticonvenzionali; luce senza confini, spaesamento e morbidezza delle immagini per una ricerca diversa legata alla Liguria, alle sua storia, alla poetica dei suoi poeti (da Montale a Sbarbaro) e del suoi cantautori (da De Andrè a Lauzi). La mostra è aperta tutti i giorni (tranne la domenica) dalle ore 10 alle ore 12. E dalle 15.30 alle 17.30 fino al 9 luglio 2020. Per poter accedere all’esposizione è obbligatorio indossare la mascherina, mantenere la distanza di almeno un metro. Visite ovviamente gratuite e sempre nel rispetto delle disposizioni e protocolli regionali e nazionali anti-covid. Un particolare ringraziamento a Biagio Giordano che segue l’allestimento e all’Associazione Aiolfi promotrice dell’iniziativa che da anni con tanto impegno e passione porta la cultura e la bellezza agli occhi di tutti.
Comments are closed.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: